Skip to main content

Cipresso

Nome botanico

Cupressus sempervirens L.

Componente caratterizzante

alfa-pinene (50-65%), limonene (ca. 30%)

Attività caratterizzanti
spasmolitico bronchiale, migliorativo della memoria, ansiolitico e rilassante, modulatore del tono vascolare

Descrizione

originario dell’area orientale del Mediterraneo ed introdotto in Europa occidentale da Fenici ed Etruschi, il cipresso è un albero non autoctono, ma caratteristico della flora italiana; sempreverde, può superare i 25 metri di altezza, presenta una chioma molto caratteristica che ne ha permesso l’uso come frangivento. La corteccia è di colore marrone grigio-bruno, il legno è molto duro e impiegato nella costruzione di mobili, mentre le foglie, caratteristiche di tutti i tipi di cipresso, sono aghiformi verde scuro e, assieme a giovani getti e rametti, contengono l’olio essenziale della pianta.

Droga

Foglie e rametti, estrazione in corrente di vapore.

Resa

0.5-0.8% (0.5-0.8 Kg di olio essenziale da 100 Kg di rametti e foglie).

Oli sinergici

L’azione ansiolitica e antalgica centrale può essere potenziata con alloro e salvia sclarea; l’azione ansiolitica e di miglioramento mnemonico può essere potenziata con limone peel; per potenziare l’azione sulle vie respiratorie, associare con eucalipto globoso.

depurativo contro i metalli pesanti; analgesico su dolore infiammatorio e neuropatico

antibatterico adatto alla salute delle vie urinarie

neuroprotettivo; rilassante del sistema nervoso e migliorativo della memoria; analgesico su dolore infiammatorio e neuropatico

modulatore del tono vasale con spiccata azione sulla parete delle vene 

Stanze indicate per la sanificazione ambientale

Bagno, ingresso, cucina

Stanze indicate per l’inalazione

Ingresso, sala da pranzo, stanze da letto

Riferimenti bibliografici